diagnosi energetica

Diagnosi energetica: la nuova norma UNI/TR 11775

Diagnosi energetica: importanti novità per gli EGE!

E’ stata pubblicata – con entrata in vigore lo scorso 19 marzo 2020 – la nuova Norma UNI/TR 11775 sulla diagnosi energetica degli edifici con l’obiettivo di fornire una linea guida operativa per l’effettuazione della diagnosi energetica degli edifici secondo le UNI EN 16247. Partendo da un diagramma di flusso che schematizza le varie fasi del processo di diagnosi, il rapporto tecnico fornisce quindi indicazioni di dettaglio su ciascuna di esse, dal contatto preliminare con il cliente alla redazione del rapporto finale.

In particolare il rapporto tecnico costituisce una linea guida per l’applicazione della UNI CEI EN 16247-2 sulla diagnosi energetica degli edifici. Fornisce indicazioni e modalità operative per:

– la raccolta e l’analisi delle spese energetiche;

– la raccolta e l’analisi delle documentazioni tecniche disponibili e la definizione dei controlli e delle verifiche edili e impiantistiche;

– la definizione dei fattori di aggiustamento dei consumi fatturati;

– l’analisi dei servizi energetici;

– la costruzione dell’inventario energetico;

– il calcolo degli indicatori di prestazione energetica;

– l’individuazione di azioni di miglioramento dell’efficienza energetica;

– l’analisi costi-benefici;

– la valutazione della priorità degli interventi.

Entriamo nel dettaglio: La norma è composta da 5 parti

  • Parte 1: Requisiti generali
  • Parte 2: Edifici.
  • Parte 3: Processi.
  • Parte 4: Trasporto.
  • Parte 5: Competenze dell’auditor energetico.

Dopo aver definito i requisiti del REDE (REferente della Diagnosi Energetica)  e le caratteristiche fondamentali di una diagnosi energetica, si descrivono punto per punto le fasi della procedura. Particolare approfondimento viene dedicato alla fase di analisi, che costituisce il momento più complesso a livello tecnico. I REDE avranno a disposizione, in allegato alle linee guida, un modello di Report di diagnosi, che contiene tutte le informazioni utili da raccogliere per lo svolgimento della diagnosi.

Si precisa tuttavia che il modello di report non è da intendersi come un modello rigido, ma potrà essere modificato in base alle esigenze di diagnosi e alla situazione specifica, nel rispetto della procedura descritta nel rapporto tecnico

Scopo e campo di applicazione

Il rapporto tecnico fornisce indicazioni e modalità operative per: –

  • la raccolta e l’analisi delle spese energetiche;
  • la raccolta e l’analisi delle documentazioni tecniche disponibili e la definizione dei controlli e delle verifiche edili e impiantistiche;
  • la definizione dei fattori di aggiustamento dei consumi fatturati;
  • l’analisi dei servizi energetici;
  • la costruzione dell’inventario energetico; –
  • il calcolo degli indicatori di prestazione energetica;
  • l’individuazione di azioni di miglioramento dell’efficienza energetica;
  • l’analisi costi-benefici;
  • la valutazione della priorità degli interventi.

 

Il  rapporto tecnico sulle diagnosi energetiche degli edifici prende in considerazione i servizi energetici dell’edificio che sono atti a garantire il benessere degli occupanti e la fruizione dello stesso da parte degli utilizzatori. Sono considerati i servizi di:

  • climatizzazione invernale;
  • climatizzazione estiva;
  • produzione di acqua calda sanitaria;
  • ventilazione;
  • illuminazione;
  • trasporto (interno)

Al seguente link il sito UNI per l’acquisto

http://store.uni.com/catalogo/uni-tr-11775-2020?josso_back_to=http://store.uni.com/josso-security-check.php&josso_cmd=login_optional&josso_partnerapp_host=store.uni.com

 

 

Ing. Angela Mastrandrea