Formazione continua obbligatoria CNPA

L’aggiornamento della competenza professionale può essere realizzato tramite percorsi di formazione professionale continua organizzati da Ordini Territoriali o Enti di formazione che abbiano ottenuto l’accreditamento presso il CNPAPAL. Il CNPAPAL, previo parere vincolante del Ministro della Giustizia, ha concesso ad associazioni di iscritti agli Albi e ad altri soggetti che ne hanno fatto domanda, l’autorizzazione all’organizzazione di attività di formazione professionale continua riconoscibili ai fini del conseguimento di CFP. L’autorizzazione viene concessa tenendo conto delle caratteristiche e della qualità della offerta formativa proposta.

Beta Formazione è stato uno dei primi Enti in Italia ad ottenere l’autorizzazione dal CNPAPAL.

Introduzione

Conseguimento CFP

Si possono conseguire CFP con le attività di aggiornamento professionale continuo non formale, informale e formale.
A prescindere dalla attività formativa svolta, il numero massimo di CFP cumulabili è 120. Al termine di ogni anno solare vengono detratti ad ogni iscritto 30 CFP dal totale posseduto: al raggiungimento degli zero CFP, non vengono attuate ulteriori detrazioni. Per esercitare la professione il Perito Agrario iscritto deve essere in possesso di un minimo di 30 CFP.

Attribuzione CFP

Il conteggio totale dei CFP maturati da ogni singolo professionista viene effettuato una sola volta per anno solare. Ai fini del riconoscimento dei CFP è necessario che la frequenza non sia inferiore all’80% del tempo e presenza prevista in caso di eventi formativi in più giorni; in caso di eventi di singole giornate i CFP sono riconosciuti solo per la presenza all’intero evento formativo.

Al momento dell’iscrizione all’albo si accreditano:

  1. in caso di trasferimento: il numero di CFP accreditati presso l’ordine di provenienza;
  2. in caso di prima iscrizione all’Albo entro 2 anni dal conseguimento dell’abilitazione: 90 CFP;
  3. in caso di prima iscrizione all’Albo dopo 2 anni e fino a 5 anni dal conseguimento dell’abilitazione: 60 CFP;
  4. in caso di prima iscrizione all’Albo dopo 5 anni dal conseguimento dell’abilitazione: 30 CFP;

Esoneri

Su domanda da parte dell’iscritto da inoltrare al proprio Ordine, possono essere esonerati dall’obbligo di aggiornamento della competenza professionale gli Ingegneri iscritti che si trovino in una di queste condizioni:

  1. Maternità o paternità per un anno
  2. Grave Malattia o infortunio
  3. Servizio militare volontario e servizio civile
  4. Il professionista in attività che abbia superato il 65° anno di età e che abbia ottemperato gli obblighi di formazione continua negli ultimi 3 anni di iscrizione all’Albo
  5. Altri casi di documentato impedimento derivante da accertate cause oggettive o di forza maggiore

Alla concessione dell’esonero consegue la proporzionale riduzione del numero dei CFP da dedurre al termine dell’anno solare.

Sanzioni

La violazione dell’obbligo di formazione e aggiornamento professionale continua costituisce illecito disciplinare. Qualora un iscritto abbia esercitato la professione senza aver assolto all’obbligo di aggiornamento della competenza professionale, il Consiglio dell’Ordine territoriale di appartenenza è tenuto a deferirlo al Consiglio di Disciplina per le conseguenti azioni disciplinari.

Tabella riassuntiva dei crediti formativi attribuibili ad altre tipologie di attività

Apprendimento non formale

Descrizione Limiti Crediti attribuiti Note
Frequenza frontale o a distanza a corsi e seminari riconosciuti, compresi quelli obbligatori per legge 1 ora = 1 CFP
Partecipazione a convegni, conferenze ed altri eventi specificatamente individuati dal Consiglio Nazionale max 3 CFP / evento
max 9 CFP/anno
1 ora = 1 CFP
Partecipazione a visite tecniche qualificate a siti di interesse/td> max 3 CFP / evento
max 9 CFP/anno
1 ora = 1 CFP
Partecipazione a stages formativi Valutati caso per caso

Apprendimento formale

Descrizione Limiti Crediti attribuiti Note
Frequenza corsi di master di primo e secondo livelli, dottorati di ricerca. 30 CFP / anno di frequenza (frazionabili)
Frequenza di corsi universitari con esame finale Valutati caso per caso

Apprendimento informale

Descrizione Crediti attribuiti Note
Aggiornamento informale conseguente all’attività lavorativo-professionale nel campo dell’agricoltura, dell’ambiente, delle costruzioni, della sicurezza, del territorio, dell’estimo, della qualità degli alimenti, del verde ed ingenerale di tutte le attività di competenza del P.A. Aggiornamento informale legato all’attività professionale dimostrabile – Certificazione delle competenze professionali da parte dell’Ordine Max 15 CFP / anno
Aggiornamento informale conseguente a studi, ricerche e brevetti Pubblicazioni qualificate 5 CFP / pubblicazione
Aggiornamento informale conseguente a studi, ricerche e brevetti Brevetti 10 CFP / brevetto
Aggiornamento informale conseguente ad attività organizzative, di coordinamento e di studio Partecipazione qualificata a organismi, gruppi di lavoro, commissioni tecniche e di studio in Italia e all’estero, riconosci dal Consiglio Nazionale Max 5 CFP /anno
Aggiornamento informale conseguente ad attività organizzative, di coordinamento e di studio Partecipazione alle Commissioni per gli esami di Stato per l’esercizio della professione di P.A. 10 CFP / per sessione
Aggiornamento informale conseguente ad attività di solidarietà effettuate in occasioni di calamità Partecipazione a interventi di carattere sociale/ umanitario in occasione di calamità naturali inerenti l’ambito professionale Valutati caso per caso

Le attività di formazione frontale per l’apprendimento non formale organizzate nel territorio di competenza da altri soggetti autorizzati dal CNPAPAL sono riconosciute:

  1. dagli Ordini territoriali: se le attività di formazione sono frontali e organizzate nel territorio di competenza. Il numero di CFP assegnato dall’Ordine territoriale ha validità sull’intero territorio nazionale.
  2. dal CNPAPAL: se le attività di formazione sono a distanza oppure con organizzazione sovraterritoriale. L’assegnazione dei CFP in questo caso è fatta direttamente dal CNPAPAL e ha validità sull’intero territorio nazionale.

È istituita presso il CNPAPAL una banca dati, consultabile on-line, di tutte le attività formative riconosciute, che permette la diffusione della informazione sulla disponibilità della offerta formativa sul territorio nazionale e del corrispondente riconoscimento in termini di CFP. I provider accreditati caricheranno direttamente sulla piattaforma i CFP maturati dai Periti Agrari che abbiano frequentato e concluso i percorsi formativi che siano stati accreditati al CNPAPAL o agli Ordini Territoriali.
Gli iscritti possono conseguire CFP in ogni area formativa tra quelle di pertinenza ( es. agricoltura, Viticoltura, zootecnia, Estimo, catasto, Paesaggio, Sicurezza sul Lavoro ecc., come indicate all’art. 5 delle Linee di Indirizzo), ad eccezione dei 5 CFP relativi a “etica e deontologia professionale”, che devono essere conseguiti dagli iscritti entro il primo anno solare successivo a quello di iscrizione.

Scopri Corsi

Accreditamenti

Certificazioni