Formazione continua obbligatoria CNG

Sono soggetti all’obbligo formativo tutti i geometri iscritti all’Albo.
Gli eventi formativi sono finalizzati per migliorare e aggiornare le conoscenze, le abilità e le competenze degli iscritti all’Albo al fine di esercitare l’attività con la professionalità necessaria a garantire i servizi da prestare alla committenza.
I corsi formativi possono essere organizzati da associazione di iscritti e altri soggetti, compresi gli Enti Pubblici.
Il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) predispone il Sistema Informativo Nazionale sulla Formazione Continua ( SINF) per garantire uniformità e trasparenza, nonché la più ampia pubblicità a livello nazionale degli eventi formativi, compresi quelli organizzati da associazioni professionali e soggetti terzi.Beta Formazione è soggetto terzo autorizzato ad organizzare corsi formativi per geometri.

Introduzione

Conseguimento CFP

L’obbligo di formazione decorre dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello del superamento dell’esame di Stato. Al momento del superamento dell’esame di Stato, infatti, ai professionisti Chimici vengono accreditati 150 CFP ( Crediti Formativi Professionali). L’anno formativo coincide con quello solare. Al termine di ogni anno solare vengono detratti ad ogni iscritto 50 CFP dal totale.

Attribuzione CFP

L’obbligo di formazione decorre dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di iscrizione all’Albo.
Ogni iscritto sceglie liberamente gli eventi formativi da svolgere, in relazione alle preferenze personali nell’ambito di quelle indicate dal Regolamento di cui si dirà infra.
Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo, ogni iscritto deve conseguire nel triennio almeno 60 CFP (Crediti Formativi Professionali).
L’attribuzione dei CFP è connessa alla tipologia di evento formativo ed alla durata dello stesso.
Attività Formativa:

Gli eventi formativi devono comprendere, anche disgiuntamente:
1) Le discipline tecnico-scientifiche inerenti l’attività professionale del Geometra;
2) Le norme di deontologia e ordinamento professionale;
3) Le altre discipline comunque funzionali all’esercizio della professione.

Ai sensi dell’art. 4 del Regolamento è ammessa la formazione a distanza ( FAD), con modalità approvate dal CNGeGL, per gli eventi formativi riconosciuti dal Regolamento ( es. corsi di formazione, seminari, convegni ecc.), a condizione che sia verificabile l’effettiva partecipazione dell’iscritto e l’acquisizione delle nozioni impartite.

E’ previsto altresì uno specifico sistema di “Formazione a Distanza Qualificata” ( FAD-Q) nel caso in cui la modalità di erogazione rispetti tutte le seguenti prescrizioni:

a) La piattaforma formativa deve avere i requisiti minimi secondo le linee guida emanate dal Consiglio Nazionale;
b) I moduli formativi che compongono i corsi devono essere svolti dai discenti in modalità propedeutica, attraverso il superamento di appositi questionari di valutazione intermedi e finali;
c) Ogni attività didattica erogata deve essere conservata su un apposito registro dati. Su richiesta del CNGeGL deve essere fornito il dettaglio delle attività formative condotte da ciascun discente.

Esoneri

Il Consiglio del Collegio Territoriale, su domanda dell’iscritto, può esonerare con delibera, anche parzialmente, l’iscritto dallo svolgimento dell’attività formativa nei seguenti casi:

  1. Maternità o paternità sino ad un anno;
  2. Grave malattia o infortunio;
  3. Servizio militare volontario o servizio civile;
  4. Grave malattia o infortunio;
  5. Altri casi di documentato impedimento, derivante da accertate cause oggettive e di forza maggiore;
  6. Comprovato assolvimento dell’obbligo di formazione continua, svolto regolarmente in quanto iscritto anche ad un altro Ordine/Collegio;
  7. Comprovato assolvimento dell’obbligo di formazione continua, svolto regolarmente in quanto iscritto anche ad un altro Ordine/Collegio;

All’esonero temporaneo consegue la riduzione del totale dei crediti formativi da acquisire nel corso del triennio, proporzionalmente alla durata dell’esonero.
Il CNGeGL, su proposta del Collegio Territoriale, può disporre l’esonero temporaneo dell’obbligo formativo per gli iscritti che ricoprono ruoli di rilevante interesse pubblico e di comprovata valenza formativa e professionale.

Sanzioni

I Collegi Territoriali verificano e controllano, mediante il SINF, l’assolvimento triennale dell’obbligo formativo dell’iscritto e possono decidere di porre in essere forme incentivanti o premiali per gli iscritti che svolgano attività di formazione permanente oltre i minimi richiesti.

Costituisce illecito disciplinare il mancato adempimento dell’obbligo formativo; infatti, in caso di inadempimento, il Collegio Territoriale, sentito prima l’iscritto, comunica l’inosservanza al Consiglio di Disciplina che ne valuterà la gravità.

Tabella riassuntiva dei crediti formativi attribuibili ad altre tipologie di attività oltre a quelle sopra indicate

Relazioni o lezioni in eventi formativi ( art. 3, comma 2, lett. g)18 CFPFino a 3 CFP Attività di docenza negli eventi formativi ( art. 3, comma 2, lett. l)30 CFP2 CFP per ogni ora Pubblicazioni, articoli scientifici o tecnico professionali ( art. 3, comma 2, lett. h)18 CFPFino a 6 CFP Attività di affidatario ( art. 3, comma 2, lett. k)20 CFP10 CFP ogni praticante

Descrizione Limiti Crediti attribuiti Note
Corsi di formazione e aggiornamento (art. 3, comma 2, lett. a) e b) Regolamento) Nessuno 1 CFP ogni ora
Corsi di formazione e aggiornamento FAD ( art. 4, comma 1 Regolamento) Nessuno 1 CFP ogni ora
Esame nei corsi previsti da norme specifiche ( art. 3, comma 2, lett. b) Nessuno 3 CFP
Corsi o esami universitari ( art. 3, comma 2, lett. c) Nessuno 8 CFP ogni CFU
Corsi di formazione post-secondari ( art. 3, comma 2 lett. j) Nessuno 3 CFP ogni CFU
Corsi di formazione e aggiornamento FAD-Q ( art. 4, comma 2) Nessuno 2 CFP ogni ora
Seminari, convegni, giornate di studio ( art. 3, comma 2, lett. d) regolamento) –max 3 CFP per evento- 24 CFP 1 CFP ogni 2 ore
Visite tecniche e viaggi di studio ( art. 3, comma 2, lett. e) –max 3 CFP per evento 12 CFP 1 CFP ogni 2 ore
Commissioni per gli esami di Stato ( art. 3, comma 2, lett. f) Regolamento) 12 CFP 6 CFP
Attività di affidatario ( art. 3, comma 2 lett. i 20 CFP 10 CFP ogni apprendista

Ai fini dell’attribuzione dei CFP, tutti gli eventi devono prevedere una percentuale minima di frequenza obbligatoria.
Il CFP matura nell’anno solare in cui si è concluso l’evento formativo.
I Collegi territoriali oltre ad organizzare le attività formative ( anche in collaborazione o convenzione con altri soggetti), attribuiscono i CFP sul SINF, per gli eventi formativi previsti dall’art. 3 del Regolamento nonché valutano, su richiesta dell’interessato, gli eventi formativi non previsti dall’art. 3, comunque ritenuti meritevoli di riconoscimento.

Curriculum professionale Certificato

Per i Geometri è istituito il Curriculum Professionale Certificato (CPC) sulla formazione professionale, consultabile on line, che può essere oggetto di divulgazione a terzi, in quanto trattasi di pubblicità informativa che risponde al solo interesse della collettività.
Il CPC contiene:
1) Gli eventi formativi svolti dal singolo iscritto conformemente al Regolamento;
2) La formazione e le esperienze maturate prima dell’entrata in vigore del Regolamento;
3) Le qualifiche professionali acquisite;
4) I titoli professionali acquisiti.

Scopri Corsi

Accreditamenti

Certificazioni